Durante il lockdown della scorsa primavera, ci siamo chiesti come poter contribuire a promuovere salute attraverso il rapporto con la natura, non potendo uscire dalla propria abitazione e di fatto senza la possibilità di immergersi in un ambiente forestale vero e proprio, 
Da qui è nata l’idea di creare un kit facilmente fruibile per chiunque da casa propria. Lo abbiamo chiamato Pillole di Salute per l’Emergenza.

Una Green Prescription -prescrizione verde- per far sì che gli effetti terapeutici del contatto con la natura arrivassero a domicilio, direttamente dalle foreste.
Insieme a David Becheri, un video maker professionista, abbiamo girato dei video in alcuni ambienti forestali intorno a Prato, per l’esattezza nella Riserva Naturale Biogenetica dell’Acquerino , e a Valibona sui Monti della Calvana.
In questo video non ci sono parole o persone, ma unicamente immagini per lo più a camera fissa, e suoni della foresta. Lo abbiamo fatto uscire il 21 marzo 2020 in concomitanza della giornata internazionale delle foreste, nell’ambito di Recò il festival dell’economia circolare di Prato. Lo avevamo pensato come un regalo per le persone confinate ed anche per gli operatori sanitari stremati dal lavoro.
Nel mese successivo con una versione ridotta di questo video, insieme al CNR (Istituto per la Bioeconomia- Firenze , Istituto di Fisiologia Clinica – Pisa), a NEUROFARBA (Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Area del Farmaco e Salute del Bambino Università di Firenze) e al Dr. Qing Li (Immunologo e padre della Medicina Forestale che lavora alla Nippon Medical School di Tokyo), abbiamo dimostrato attraverso una ricerca scientifica ad hoc come gli effetti sulla riduzione dell’ansia nelle persone confinate fossero significativi.
Abbiamo formato due gruppi ai quali abbiamo fatto vedere ogni giorno per 5 giorni, un video di 5 minuti. Per il gruppo sperimentale il video riproduceva immagini e suoni di foreste, per l’altro gruppo di controllo invece le immagini e i suoni erano di un ambiente urbano. Per entrambe abbiamo misurato prima e dopo i livelli di attivazione ansiosa. Il gruppo della foresta, a differenza di quello urbano, dopo la visione ha mostrato riduzioni significative dei sintomi legati all’attivazione ansiosa. Su questo lavoro è appena uscita una pubblicazione su di una importante rivista scientifica internazionale International Journal of Environmental Research and Public Health.

https://www.mdpi.com/1660-4601/17/21/8011/htm


Temporal and Spatial Variability of Volatile Organic Compounds in the Forest Atmosphere
https://www.mdpi.com/1660-4601/16/24/4915